Con l’arrivo della  primavera  ci lasciamo alle spalle l’alimentazione invernale, per recuperare una dieta ricca di alimenti  ricchi di vitamine e sali minerali.

E’ consigliabile eliminare dalla nostra tavola  formaggi, insaccati, carne grassa, prodotti conservati, dolci e scegliere la stagionalità degli alimenti.

Consumare frutta e verdura di stagione vuol dire vivere  una buona salute perché i prodotti contengono più vitamine .

La scelta di prodotti italiani e a Km 0 garantisce un contenuto più elevato di principi attivi: quindi più si è lontani dal punto di raccolta meno vitamine arrivano sulla nostra tavola.

La nostra dieta primaverile dovrà essere ricca di verdure disintossicanti e diuretiche, come spinaci, carote, finocchi, sedano, cicorie e asparagi, e frutta come fragole, mele, pere, agrumi, ciliegie: ma anche cereali integrali, legumi possibilmente freschi, le noci e  i semi che sono ricchi di sostanze antiossidanti.

VERDURE  PRIMAVERILI: Tarassaco e Carciofo

Hanno proprietà depurative, entrambe sono doppiamente utili per fegato. Da una parte stimolano la produzione ma anche l’eliminazione della bile da parte del fegato, con effetto disintossicante; dall’altra sono diuretiche per cui aiutano l’organismo a disintossicarsi  contrastando la ritenzione idrica.

Il Tarassaco, chiamato anche “Dente di Leone“, è un’erba selvatica ricca di caroteni e minerali. Si può mangiare subito in insalata oppure essiccare per ottenere ottime tisane.  

Il Carciofo, oltre  l’effetto diuretico riduce anche il rischio di calcolosi. Stimola l’eliminazione del colesterolo da parte del fegato e aiuta a smaltire gli acidi urici derivati dalle proteine animali. Meglio consumarlo in insalata tagliato molto sottile e condito con olio e limone perchè le sostanze che proteggono il fegato vengono distrutte con la cottura.

FRUTTA PRIMAVERILE:  Fragola e Ciliege

Ricca  di vitamina C , la Fragola ha  proprietà  diuretiche, depurative e disintossicanti. Contiene  lo xilitolo, una sostanza dolce che previene la formazione della placca dentale e uccide i germi responsabili di un alito cattivo. Vanno consumati i frutti provenienti dall’agricoltura biologica o integrata.

La Ciliegia è ricca di vitamina C e Flavonidi  per cui  la  ciliegia può essere considerata  una meravigliosa fonte di antiossidanti. Le fibre solubili in essa contenute sono utili per combattere la stipsi. Inoltre la ciliegia possiede proprietà depurative, energetiche,  diuretiche.

Per concludere, un consiglio:

Decotto L’utilizzo di decotti a base  di Tarassaco, Gramigna , Carciofo , Ortica , Cicoria favorisce l’eliminazione delle tossine e contrasta gonfiori e la ritenzione idrica. Berne una-due tazze al giorno lontano dai pasti.

Call Now Button